Intervallometri

Recensione di Michron, l’intervallometro piuma

Vi presentiamo la nostra recensione e prova sul campo di Michron, uno tra gli intervallometri più leggeri e versatili pilotati da smartphone presenti sul mercato.

Da Kickstarter ad azienda

TLI Michron Vivolabs Recensione 04Michron, il time-lapse per tutti. Così la Vivo Labs annunciava al mondo sul finire del 2013 questo grandioso progetto Kickstarter da 40.000$ – e che peraltro ha ottenuto un successo di ben SEI volte superiore alle aspettative, totalizzando quasi 240.000$ di finanziamenti dal popolo di Internet. Fantastico!

Un paio di mesi fa siamo stati contattati da Tom, uno dei membri del team della Vivo Labs, che ci ha concesso di provare proprio una unità Michron (rigorosamente Made in USA) per un’eventuale recensione qualora ci si fosse trovati bene. Beh, eccoci qui!

Cos’è Michron, e il perché del suo successo

Nella pagina Kickstarter del progetto veniva descritto come un “intervallometro spaventosamente semplice da usare, che funziona con qualsiasi fotocamera e si programma attraverso uno smartphone”.

Senza aver dato uno sguardo troppo in profondità, in tutta onestà, anche noi ci eravamo chiesti agli inizi: come diavolo è possibile che “un’altro progetto di intervallometro su Kickstarter” potesse aver riscosso tanto successo?

Beh la risposta era molto semplice: Michron non è il classico intervallometro pilotato da smartphone che richiede di avere lo stesso collegato per tutta la sessione! Lo programmi con il tuo iPhone collegato al jack cuffie certo, ma terminato l’upload stacchi Michron e voilà! Il tuo telefono torna in tasca pochi secondi dopo! E tu pensi solo al time-lapse..

Michron: la prova sul campo

Michron arriva direttamente a casa vostra spedito dagli Stati Uniti in una scatola ridotta in dimensioni e peso, contenente chiaramente Michron insieme al cavo da voi scelto per pilotare la fotocamera, più un cavo audio per programmare l’apparecchio: la giusta attenzione all’ambiente che non guasta affatto.

Vediamo ora insieme come funziona questo fantastico strumento, dalle ridicole dimensioni di un paio di mattoncini Lego soltanto!

La prima cosa da fare innanzitutto è scaricare Michron, l’applicazione gratuita ufficiale di VivoLabs – peraltro compatibile sia per iPhone, iPad e iPod e Android. Una volta installata, colleghiamo il cavetto audio al jack cuffie del nostro smartphone, attiviamo la modalità silenziosa e mettiamo al massimo il volume auricolari.

Questo perché Michron viene “comandato” attraverso segnali audio che se ascoltati possono risultare parecchi fastidiosi, e a questo proposito vi ricordiamo di porre parecchia attenzione poiché dimenticarsi la modalità silenziosa senza collegare il cavetto audio potrebbe.. spaventarvi non poco! Quindi attenzione a procedere per i giusti passi!

Una volta lanciata, l’applicazione – in lingua inglese, ma non avrete difficoltà alcuna nel suo utilizzo – vi chiederà di iniziare una nuova sequenza time-lapse personalizzata, decidendo voi i valori di intervallo e durata, con un’anteprima live di quante immagini verranno scattate e quanto durerà il vostro filmato video finale, nonché di dare un nome al vostro preset, oppure creare una sequenza time-lapse automatica dai preset indicativi forniti dall’applicazione stessa:

TLI Michron Vivolabs Recensione 02

A dirla tutta, possiamo dire che i preset sono e devono essere considerati come una buona base di partenza, ma un lavoro manuale è sicuramente da preferirsi.

La modalità External Trigger consente di utilizzare l’app come uno scatto remoto, mentre con Create a Queue sarete in grado di programmare una serie di sequenze una dietro l’altro, con differenti valori: molto utile in certi casi!

Una volta quindi programmata la sequenza, sarà necessario collegare il cavo di collegamento alla vostra fotocamera, e cliccare su Upload per consentire all’applicazione di programmare il nostro giocattolo. Finito! 🙂

A questo punto si potrà staccare il cavetto audio, lasciando soltanto quello collegato alla fotocamera, che inizierà attraverso Michron ad inviare impulsi di scatto alla vostra DSLR: godetevi il vostro time lapse!

Michron lo potete appoggiare al posto dell’attacco flash della vostra fotocamera: davvero uno degli intervallometri più leggeri e meno invadenti che si siano mai visti (dopo quelli interni).

Funzionalità avanzate disponibili

Michron offre anche una serie di funzionalità avanzate ulteriori, utili per veri “pro” del time-lapse:

  • Bulb Ramping
    Fornisce la possibilità di variare l’esposizione durante l’esecuzione del time-lapse, al fine di “seguire” la variazione della quantità di luce ambiente durante la fase di scatto (tramonto, alba, ecc..)
  • Interval Ramping
    E’ possibile fare in modo che l’intervallo tra gli scatti venga alterato durante l’esecuzione del time-lapse
  • HDR time-lapse
    Michron permette anche di far scattare la propria macchina applicando il bracketing dell’esposizione, per ottenere esposizioni multiple ravvicinate e creare un time-lapse HDR

Conclusioni: Pro e Contro

In generale, siamo rimasti davvero sorpresi dal prodotto in sé, che per il costo davvero basso che ha – $ 59,90 – è un’ottima alternativa ai blasonati intervallometri esterni. Ovviamente, il fatto di avere necessariamente uno smartphone carico con sé è un piccolo limite alla cosa.. ma in fondo ormai, chi non ne ha uno?

In breve quindi, ecco i Pro secondo Time Lapse Italia:

  • Prezzo vantaggioso
  • Ultra leggero
  • Applicazione gratuita compatibile sia per iOS che per Android
  • Versatile e di buona qualità

Cosa non ci piace tanto di Michron?

  • Il telefono deve essere messo in sola modalità Silenziosa
  • La sua ultra-leggerezza non dà un senso di grande robustezza, sebbene non ci siano stati problemi durante l’utilizzo!
  • Nessun ritardo dall’upload all’inizio della sequenza programmabile: ricordatevi di sistemare quindi la fotocamera prima dell’avvio della sessione

Dove acquistare Michron?

Michron lo trovate disponibile sullo store Vivo Labs a soli $ 59,90.

5 Commenti

Lascia un Commento

Al Top

Send this to friend