Guida alla costruzione di un dolly motorizzato MamoDolly

Mamo

Donatore generoso
#1
Ultima versione del progetto:
Immagine della centralina:


Ultima versione (stampata).
I modelli 3d da stampare li trovate al messaggio 394 pagina 40 di questa discussione

Ultima versione del progetto con pezzi costruiti in alluminio:
Versione con l'aggiunta del pan

FAQ MAMODOLLY

Cotruzione:
D: Dove posso trovare uno schema elettrico per cablare la parte elettronica del dolly?

R: Lo trovate al messaggio numero 456 pagina 46 di questa discussione
oppure se volete usare una breadboard al messaggio 797 pagina 80

D: Esiste un circuito stampato per facilitare l'assemblaggio della parte elettronica?
R: Lo trovate al messaggio numero 694 pagina 70 di questa discussione
D: Dove posso trovare l'ultima versione del firmware?

R: La trovate al messaggio numero 808 pagina 81 di questa discussione
D: Esiste un programma per verificare il cablaggio elettrico?
R: Lo trovate al messaggio numero 713 pagina 72 di questa discussione



MOTORE:
D: Ho collegato il motore, ma non gira oppure appena metto un minimo di carico si ferma.

R: Hai tarato la Pololu?
A bordo della scheda Pololu c'è un minuscolo potenziometro (per manipolarlo serve un cacciavite mini)
Questo potenziometro regola la corrente che la scheda manda al motore
Se la corrente è troppo poca, il motore potrebbe non girare o appena ha un carico potrebbe fermarsi
Se la corrente è troppo alta, il motore ne potrebbe soffrire. (Si surriscalda eccessivamente e potrebbe rovinarsi).
Dovete ruotare il potenziometro fino a trovare il giusto compromesso.
D: Come faccio a tarare la Pololu
R: Delle brevi istruzioni su come tarare la pololu le trovate al messaggio numero 336 pagina 34 di questa discussione


D: Nonostante abbia provato a tarare la pololu, il motore non gira ancora.
R: Hai portato l'alimentazione corretta nei morsetti vmot della pololu?
Senza questa alimentazione, e facendo andare il tutto con solo la USB del PC il motore non gira.
D: Il motore ancora non gira in modo corretto
R: La batteria che hai collegato al vmot è sufficientemente carica?
D: Il motore ancora non gira in modo corretto
R: La scheda pilota dei motori passo passo utilizzata serve per pilotare motori a 4 fili (bipolari). Se il motore che hai usato ha un numero diverso di
cavi devi trovare le coppie che compongono gli avvolgimenti del motore.
http://www.mauroalfieri.it/elettronica/motori-passo-passo-unipolari-riconoscerne-le-fasi.html
Una volta che hai trovato le fasi le devi collegare correttamente.
Verifica nuovamente il collegamento e che siano collegati tutti e quattro i cavi
D: Il motore non è frenato tra uno scatto e l'altro
R: Per una questione di consumo di batteria, l'azionamento, dopo ogni movimento viene messo in standby. In questa situazione il motore non è alimentato e pertanto diventa libero di ruotare.
Se hai seguito il progetto e tra motore e cinghia c'è un riduttore meccanico, in questo caso nonostante il motore sia libero di ruotare, il motore non ruota.
Se invece per qualsiasi altro motivo (peso del carico, inclinazione del dolly, etc...) il motore dovesse ruotare lo stesso, allora possiamo togliere la disabilitazione.
Andare nel listato che riguarda i passo passo (MAMOPASSOPASSO)
Alla riga 94 c'è digitalWrite(PPEnable, LOW);
modificare la riga facendola diventare
//digitalWrite(PPEnable, LOW);
(in pratica bisogna aggiungere // all'inizio della riga per farla diventare commento)
ricompilare e trasferire nuovamente il programma.
In questo modo, dopo ogni movimento, il motore è mantenuto in posizione.
Attenzione: Questa configurazione farà consumare molto velocemente le batterie.



TARATURA:
D: Lo spazio percorso dal carrello non corrisponde con quanto segnalato sul LCD.

R: Il dolly deve essere tarato. Per farlo c'è un'apposita pagina nel monitor LCD
Posizionatevi su questa pagina e fate partire un test di taratura.
Il carrello si sposterà di una certa distanza.
Misurate questa distanza e considerate il valore trovato in cm (per esempio 15,1 cm)
Moltipicate questo valore trovato per 1000 e il valore ottenuto lo dovete inserire nella variabile
unsigned long DistanzaPassiTaratura = 15100; (per esempio)
Questa variabile la trovate alla riga 360 della versione 5 del firmware (nelle versioni successive il numero di riga puo' cambiare)
Cambiate anche il valore della variabile LGBinarioInCm se è il caso)
Compilate nuovamente il firmware e fate un nuovo upload. Ora il dolly dovrebbe essere tarato.
D: Le indicazioni della velocità del modo video non combaciano con la realtà.
R:I tempi indicati, non sono calcolati (si potrebbe fare, ma non ho avuto occasione)
Come fare per fare in modo che l'indicazione sia corretta?
Mettere in modo video ed alla velocità massima.
Far percorrere il binario completamente e misurare il tempo impiegato. (nel mio caso 15 sec)
Cambi il valore 15 che trovi nella riga 452 con il valore misurato.
Ricompilare e ritrasferire il firmware.
Ora dovrebbe indicare i valori corretti.

COLLEGAMENTO FOTOCAMERA:
D: Posso collegare direttamente la fotocamera senza l'optoisolatore?
R: Possibile, è possibile ma lo sconsiglio vivamente
Si rischia di danneggiare la macchina fotografica.


CABLAGGIO:
D: Perchè il led giallo è senza resistenza?

R: Questo led è collegato al pin 13 di ARDUINO.
SOLO in questo caso (il pin 13) non è necessaria la resistenza. Questo perchè già presente all'interno di Arduino
In tutti gli altri casi, la resistenza è necessaria
D: La macchina non scatta e non si accende neanche il led verde.
R: Partendo dal presupposto che il cablaggio sia corretto, puo' essere che il led verde messo in serie al led interno dell'optoisolatore necessita di una corrente maggiore per funzionare.
Come fornirla? E' necessario abbassare il valore della resistenza messa in serie.
Anzichè mettere una resistenza da 220 Ohm provare con una resistenza piu' piccola.
Se ne siete sprovvisti potete mettere in parallelo due resistenze da 220 Ohm.
In questo modo per la legge di Ohm otterrete una resistenza da 110 Ohm e quindi raddoppierete la corrente.




Messaggio iniziale:
Ciao a tutti.
Volevo presentarVi la mia creatura.
Grazie al tutorial di Marcokava mi sono costruito un Dolly motorizzato. Ho leggermente rielaborato il progetto di Marco e penso di averlo migliorato. Come ho già indicato nei commenti al tutorial anziché le guide per porte ho utilizzato delle guide IGUS, il motore e il controller sono separati dal carrello, ho utilizzato un motore passo, aggiunto tastiera etc….
Qui di seguito un breve filmato del primo prototipo.

Qui di seguito invece un breve filmato della prima prova sul campo del Dolly (Abbiate pietà, era solo per testare il dolly).

Qui di seguito infine un piccolo filmato per mostrare le possibilità di comando del dolly (questa è la versione 2 del dolly.

Sono benvenuti i consigli e le critiche.
Poichè penso di cavarmela abbastanza con il linguaggio C (molto simile a quello usato da Arduino) se qualcuno ha bisogno di aiuto, nel limite del possibile sono a disposizione.
Mauro





Link per aggiornamenti software e istruzioni:
Istruzioni (vers. 3.1 del 5/5/2012):
https://docs.google.com/open?id=0B-O1dTKVBVh8ZVBOUFJIdWlvdnc
Firmware (vers. 4.2 del 21/8/2012)
http://timelapseitalia.com/forum/attachments/dolly4_2-zip.166/
Programma per testare il cablaggio
06/06/2012 Versione aggiornata (corretti alcuni bug)
https://docs.google.com/open?id=0B-O1dTKVBVh8RV80MGd0XzlmME0

Siccome ho fatto molte variazioni rispetto al progetto iniziale, ricapitolo brevemente cosa serve per la versione piu' aggiornata (al 17/05/2012):
N° 1 scheda arduino http://www.robot-italy.com/product_info.php?cPath=119_153&products_id=878
N° 1 scheda passo passo Pololu http://www.robot-italy.com/product_info.php?cPath=83_96&products_id=2393
N° 1 motore passo passo Nema 23 (se riuscite a trovare un motore da 1A prendete questo - In questo modo avete anche la funzione video).
Purtroppo qui non vi posso indicare un link dove acquistarlo nuovo.
N° 1 LCD http://www.homotix.it/catalogo/display-lcd-2/serial-enabled-20x4-lcd-black-on-green-5v
N° 1 batteria http://www.ecl-shop.eu/batteriaalpiombo12v45ah-p-920.html?zenid=c79nok8858ie0rge1kse8o0ue4
N° 1 caricabatterie http://www.ecl-shop.eu/caricabatterieperbatteriealpiombo-p-918.html
N° 4 Pulsanti (qualsiasi, normalmente aperti)
N° 1 Interruttore
N° 1 Contenitore
+ resistenze, led, fotoaccoppiatore, prese e spine


Aggiornamento 18/05
Qui ho trovato un motore che dovrebbe andare bene
http://www.mjcnc.com/motore-passo-passo-nema23-056nm-p-107.html?cPath=31
Meccanicamente, però, ha l'albero da 8 anzichè 6,35.
Per questo motivo, per la funzione PAN non è possibile usare il bullone da 10.
http://www.mjcnc.com/motore-passo-passo-nema23-056nm-p-107.html?cPath=31
 
Ultima modifica:

tonymultimedia

Donatore generoso
#3
Complimeti Mauro!!
hai realizzato una bella Centrale di Comando!;) non ho visto come comandi la macchina presumo dalla Centralina?
Pure io stò facendo costruire una cosa che si possa muovere, con una IGUS, ma al momento non è pronta.
Altra curiosità, di dove sei? che ho Visto la Ripresa in Val Masino io Abito in Alto lario.
Aspetto di Vedere qualche ripresa con il mezzo!!
ciao
tony.
 

Mamo

Donatore generoso
#4
Ciao Paolo.
Grazie per la risposta. Hai ragione ho già provveduto ad utilizzarne 2. Infatti il secondo video è fatto con 2 cavalletti. Quello nel primo video è un cavalletto per telescopio che ha una base d'appoggio di circa 20 cm. Pensavo bastasse. Ma visti i scarsissimi risultati (la guida fletteva e vibrava) ho abbandonato subito l'idea.
 

Mamo

Donatore generoso
#5
Ciao Tonymultimedia.
Per pigrizia ho usato la nikon per fare la ripresa. Pertanto in quel filmato non è collegata. Si la comando tramite la centrale (il led verde che si accende). Dopo il movimento faccio aspettare 600 ms (in questo modo, in teoria, faccio terminare tutte le eventuali vibrazioni) e poi do il comando di scatto.
Nel video non si vede, ma c'è anche un potenziometro che mi permette di impostare la distanza percorsa ad ogni step e nel caso di comando manuale (impostazione 11) la velocità di movimento del motore.
Purtroppo i motori passo passo, funzionano facendo dei piccoli movimenti (i passi per l'appunto). Quindi a basse velocità si vede lo spostamento a piccoli impulsi. Pertanto è una tecnologia che non va bene per riprese video a lento movimento. (Esperienze successive dimostrano che utilizzando i microstep e un riduttore, questo problema è stato risolto)
Inoltre, il motore che sto utilizzando ora, al momento è superesagerato e Arduino non lo pilota come vorrei (Dopo che lo usi di continuo, a volte va in protezione. Questa cosa non avviene per le riprese con pausa tipo il timelapse )
Se hai bisogno di aiuto per la programmazione della tua "centrale", fai un fischio.
Infine per rispondere alla tua domanda sono di Varedo (MB).
Mi capita di passare dalle tue parti ogni tanto.
Ciao
 
#6
Complimenti! molto funzionale!!
Toglimi una curiosità : il tutto è gestito da Arduino?
Ora nella mia realizzazione ho aggiunto dei potenziometri che ne regolano la velocita , il lavoro, la pausa ...ed eventuale anche un tempo aggiuntivo di buffer (notturni ecc..).
Tornando a Te, ottima la scelta per Igus; il motore passo passo riesci ad alimentarlo per un tempo sufficente anche per lunghe riprese? l'unico consiglio che ti posso dare è di ridimensionare la potenza del motore sostituendolo con uno di dimensioni più piccole in maniera di avere un consumo di batterie più basso, quello che hai montato di sicuro non fa fatica a trainare pesi consistenti.(è anche vero però che avere una riserva di potenza non guasta mai)
La fluidità nelle riprese sono ottime!
Condivido Paolo Micai per quanto riguarda il treppiede.
Comunque sono sicuro che non ti accontenterai dell'ultima versione che hai esposto...........a me succede !
Bravo anche da parte mia!
 

Mamo

Donatore generoso
#7
Grazie anche a te Gianni Antonio.
Si il tutto è comandato da Arduino.
All'inizio avevo scartato l'ipotesi di utilizzare i potenziometri, perchè al massimo puoi impostare una decina di valori e se non monti una manopola con riferimenti e' difficile capire cosa hai impostato.
Pertanto ho simulato una tastiera (un bottone per aumentare di 10 e un bottone per aumentare di 1). Un altro bottone per visualizzare il valore inserito tramite il led, ed un bottone per azzerare. In questo modo posso mettere un valore qualsiasi (tranne 11 che utilizzo per un altro scopo) da 1 a 99 sec.
Poi ho trovato una manopola per potenziometri con indici graduati e mi è venuta l'idea (come hai detto tu, questa non è la versione definitiva ma sicuramente ci saranno evoluzioni) di utilizzarla per modificare la velocità (solo per i movimenti manuali) e la distanza percorsa dalla slitta ad ogni step (e di conseguenza il numero di foto totali).
Per quanto riguarda l'alimentazione del motore, penso che non ci siano problemi (lo sto provando, testando etc... da un bel po' e le batterie sembra che tengano) (attualmente finito uno step "rilascio" il motore, pertanto in teoria non consuma. Visto che lo uso in orizzontale non ho bisogno del freno (non so neanche se lo shield utilizzato abbia questa possibilità)).
Qui una foto della console di comando e la targhetta (stampata su carta trasparente adesiva e applicata-aggiunta per non farvi rovinare la vista :D ):



Ciao e nuovamente grazie a tutti quanti
 
#8
Quello della durata batteria era solo il mio unico dubbio, per il resto non ne avevo, complimenti anche x le rifiniture della console.
Ma guarda sto Arduino..........!!?
Ultimamente il tempo libero a disposizione è molto limitato sia per le riprese che per eventuali upgrade del dolly, appena posso inserisco le foto.
Avevo pensato di dotare il tutto di un LCD..................che ne pensi?.............ci starebbe al posto della legenda della console!!!!!!!!!!
......................mi spiace aver provocato a te notti insonni nel tormento di realizzare ........!:);)
 

Mamo

Donatore generoso
#9
Probabile che sia il prossimo step. Ho già addocchiato qualcosa, ma purtroppo occupano molti ingressi di arduino.
Infatti nella prima versione del dolly (quella del primo video) c'erano errori di progettazione. Data la mia inesperienza con Arduino non sapevo che lo shield occupasse alcuni ingressi (che a mia volta usavo per la tastiera). Nel video si sente gracchiare molto il motore. All'inizio pensavo al fatto che fosse sovradimensionato ma in realtà e che davo dei comandi contrastanti.
Probabilmente sapevi già la questione dei pin utilizzati (io no), quindi tienine conto.
Inoltre, ho il sospetto che lo shield adafruit che utilizzo, oltre ai pin dichiarati utilizzi anche altri pin (tipo il 6, che secondo me viene utilizzato quando va in protezione)
Ho trovato questo, http://www.adafruit.com/products/716 che in teoria occupa solo 2 pin e ha a bordo una tastiera.
Ci sto pensando.

Non spiacerti, anche perchè non solo le notti, ma l'idea mi tormenta anche di giorno :D (poi come al solito, mi capita di "vincere la sfida" e dopo non utilizzare l'oggetto costruito - Per esempio, in cantina ho una piccola fresa CNC utilizzata al massimo un paio d'ore :eek:)
Ciao
 

chi siamo

Time Lapse Italia è la community italiana dedicata alla fotografia time-lapse.

Impara la tecnica, condividi le tue esperienze e migliorati guardando i video più belli... gratuitamente ed in italiano!

© 2013-18 Time Lapse Italia - Creato da Marco Famà

invia il tuo video

Segui BENE tutte le istruzioni disponibili in questo breve tutorial e raggiungi la home-page di Time Lapse Italia
Alto