Interviste e Consigli

Ecco come il time-lapse ha migliorato la mia vita

Ha lavorato con clienti importantissimi come Princess Cruises, Destination NSW e molti altri. I suoi video hanno superato il milione di visualizzazioni, ha ricevuto Vimeo Staff Picks awards ed è stato menzionato diverse volte anche su Time Lapse Italia. Vi presentiamo Filippo Rivetti, fotografo time-lapser professionista emigrato in Australia.

Iniziamo subito l’intervista con una domanda diretta:

Cosa ne pensi del progetto Time Lapse Network, sii onesto!

E’ un gran bel progetto e un portale incredibile per tutto ciò che è time-lapse.

« @timelapseitalia è un grande progetto e un portale incredibile per tutto ciò che è #timelapse » @filipporivetti Click to Tweet

Credici o no, ma un bel po’ di anni fa avevo un’idea simile e volevo creare un sito sulle tecniche di time-lapse, discussioni e condivisione di idee, ma alla fine non ho mai trovato il tempo di farlo. E’ quindi una gran bella cosa averlo ora qui pronto e disponibile per tutti!

Filippo Rivetti Interview TLN - 08

Hai lasciato l’Italia 10 anni fa per andare in Australia: cosa ti ha portato lì? Raccontaci la tua storia, Filippo!

E’ cominciato tutto dopo che mi sono laureato in Ingegneria Gestionale in Italia: avevo già passato un anno a studiare in Australia e volevo tornarci per provare a vivere in una nuova nazione di cui mi ero già innamorato! Ho cominciato a lavorare nel project management, ma poiché la mia passione è sempre stata la fotografia ho continuato a fotografare e a migliorare le mie tecniche fino a che ho deciso di seguire il mio cuore e fare quello che amo: la miglior decisione della mia vita!

Sono ormai più di tre anni che produco video in time-lapse a tempo pieno.

Filippo Rivetti Interview TLN - 09

La creazione di time-lapse è qualcosa che hai sempre offerto come servizio? Quando hai realizzato che ne avresti potuto fare una fonte di reddito?

Sono sempre stato affascinato dai time-lapse fin da quando ero bambino: credo che la prima volta che vidi questa tecnica fu in un vecchio documentario sulle pietre mobili della Valle della Morte. A quel tempo era increbibilmente difficile creare time-lapse e richiedeva un bel po’ di ingegnosità e attrezzatura creata ad hoc.

Filmare sul posto e poi dover aspettare di tornare a casa per processare e controllare che sia andato tutto bene crea quel senso di anticipazione che la moderna fotografia digitale ci ha un po’ fatto perdere rispetto allo sviluppo delle vecchie pellicole.

Di conseguenza ho cominciato a sperimentare e a migliorare le mie tecniche, ed è stato il primo servizio che ho offerto fin dall’inizio: essere così specializzato mi ha aiutato parecchio nel trovare i giusti clienti e progetti.
Al momento il time-lapse è il 90% di quello che faccio!

Filippo Rivetti Interview TLN - 05

Secondo te, com’è percepito il mercato del time-lapse in Australia?

Credo non molto diversamente che nel resto del mondo. E’ un incredibile strumento visivo che trova posto in quasi ogni progetto e può incrementare il valore di qualsiasi produzione. Se usato nel modo giusto, può anche essere usato da solo per raccontare storie in modo creativo.

L’Australia è un paese sempre aperto a idee e progetti innovativi e creativi; è quindi il posto perfetto per vivere e lavorare!

Filippo Rivetti Interview TLN - 11

Hai detto che viaggi il mondo scattando questo tipo di video: puoi dirci come il time-lapse ha cambiato la tua vita?

Il viaggiare e la fotografia sono sempre state le mie passioni: sono imprescindibili l’uno dall’altra. Ora tutto ciò non è soltanto la mia passione, ma anche il mio lavoro. Non ha veramente cambiato la mia vita, mi ha solo permesso di dedicarci più tempo!

Filippo Rivetti Interview TLN - 07

Quali altri time-lapser/film maker/fotografi hanno avuto una maggiore influenza sui tuoi lavori? E come il loro lavoro ha influenzato il tuo?

Ci sono così tanti ottimi filmmaker e recentemente si sono visti molti ottimi artisti specializzati in time-lapse che sarebbe difficile nominarli tutti! Osservando il mio lavoro tuttavia sono sicuro che potresti scommettere da dove arrivano molte delle mie influenze principali! Giusto per menzionarne alcune: Rob Whitworth con le sue incredibili tecniche di editing, Keith Loutit per i suoi capolavori in tilt-shift.

Hanno sicuramente influenzato il mio lavoro, ma più che altro mi hanno spinto a superare i limiti e a creare nuovi modi di raccontare storie.

Filippo Rivetti Interview TLN - 03

Dove pensi andrà il mondo del time-lapse?

Il time-lapse è ormai una tecnica consolidata ed accettata, non è soltanto una moda del momento. La si vede usata sempre di più in ogni produzione, dal piccolo al grande schermo. La bravura sta nel saperlo includere nelle varie produzioni in modo appropriato.

E non dimentichiamoci che i contenuti a 360 gradi sono ormai qui e cresceranno in modo esponenziale: avete già dato un’occhiata ai miei time-lapse a 360 gradi?

Filippo Rivetti Interview TLN - 06

Grazie, Filippo!

Voglio personalmente ringraziare Filippo per la sua cortesia, e per il tempo dedicato alla condivisione dei suoi punti di vista con la nostra community.

Vi incoraggio come sempre a commentare queste interviste, e a Filippo faccio un grande “in bocca al lupo” per il futuro

1 Commento

Lascia un Commento

Al Top

Send this to a friend